Stand

Ovviamente non potevamo non chiamare gli specialisti del cibo per questo evento!
Infatti, potrai degustare prodotti tipici della nostra Valle e avrai inoltre la possibilità di conoscere molti altri stand!

CIBO

La Merenda Sinoira

La nostra Merenda Sinoira nasce nel luglio 2015  ed è una piccola realtà nel cuore di Meana di Susa. In cucina cerchiamo di rimanere legati al territorio in cui viviamo e di proporre il più possibile prodotti della zona. Infatti, carne, formaggi, uova, miele, ortaggi e frutta di stagione arrivano per lo più da aziende agricole vicine a noi, rigorosamente a “Km0“. Accanto ai piatti della tradizione e alle nostre Merende Sinoira, proponiamo anche piatti tipici della tradizione sarda e pizza cotta nel forno a legna.

La Cincia

La Cincia non offre esclusivamente cibo o bevande, ma con i suoi manufatti offre anche la possibilità di riscoprire e promuovere prodotti tradizionali di qualità, pubblicizzando contemporaneamente il territorio naturalistico-culturale locale e valorizzando i suoi produttori. Particolare attenzione è stata dedicata ai fornitori delle materie prime, cercando di privilegiare in particolar modo i produttori locali (Km0) e la scelta di prodotti selezionati. Un’ulteriore attenzione e cura anche nei materiali di consumo (come i piatti e i bicchieri), e prodotti della pulizia e l’igiene del chiosco, in quanto si è puntato su prodotti completamente compostabili e biodegradabili nel rispetto dell’ambiente. La stessa tendenza è stata usata nella scelta dei tessuti per il vestiario, tende e strofinacci che vengono da forniti da una ditta che lavora esclusivamente con fibre naturali, con processi di filiera controllati.


Il Golosone

Il Golosone è una gastronomia si trova nelle antiche vie di Bussoleno.
Con tanta passione vi proponiamo una vasta gamma di prodotti tipici piemontesi per farcire gustosi panini. A voi la scelta di come imbottirlo/riempirlo, tra: acciughe al verde, lingua, insalata russa, vitello tonnato, capricciosa, salsiccia e friarielli.
Per continuare a deliziarvi, vi offriamo un menù, del pranzo, della cena e della merenda sinoira, a prezzo fisso, sempre con prodotti locali.

Chicchi di Luna

Chicchi di Luna propone una cucina naturale con particolare attenzione alle ricette tradizionali delle culture contadine, traghettatrici di cultura gusto, biodiversità e sostenibilità. Vogliamo proporre una cucina sana, variegata, sostenibile, deliziosa, innovativa e allo stesso tempo legata alle culture dei territori, in particolare quella della montagna in cui viviamo. Le preparazioni sono di prevalenza vegetariane e anche vegane. La cucina si contraddistingue, tra l’altro, per una scelta meticolosa delle materie prime, contattando piccoli produttori locali e/o biologiche, del commercio equo solidale. Nelle preparazioni sono presenti ingredienti adatti a patologie o intolleranze, per cui inseriamo nei nostri menù anche piatti privi di glutine, proteine animali o zuccheri raffinati. Inoltre, se non è possibile utilizzare stoviglie lavabili, proponiamo piatti, posate e bicchieri di materiali compostabili (mater be, bambu, cellulosa, canapa….) Vogliamo proporre nella nostra cucina un mix di colori e sapori che trasmettano la gioia, il piacere del cibo e della condivisione che sono, per loro natura, contagiosi!


Amo

Dalla passione per il mettere le mani in pasta e da una piccola azienda agricola, nasce il nostro laboratorio Amo nel cuore della Val di Susa, dove si trasformano antiche varietà di farine, frutta e verdura di piccole realtà agricole.
Potrete gustare rustici prodotti da forno come biscotti, fette biscottate e crostate, poi confetture e composte addolcite col mosto d’uva e verdure in vasetti di vetro.
Sono convinta che offrendo materie prime selezionate si possano realizzare prodotti sani e poi… tutto il resto è questione di gusti.
Partendo dalla nostra frutta o da quella naturale disponibile nelle immediate vicinanze, produciamo delle confetture dolcificate con il mosto d’uva. Il bollino “tuttafrutta”, presente su ogni barattolo, garantisce che non troverete altro che frutta, mosto d’uva e pectina di mele e agrumi.

STAND

RicreAzione

Mi chiamo Alessandra, vivo a San Giorio, un caratteristico paesino nel bel mezzo della Valle di Susa, una valle ricca di storia con un passato, un presente e senza dubbio un futuro decisamente resistenti. Una valle ricca di potenzialità da cogliere.
Ma che cos’è RicreAzione?
RicreAzione è nata per condividere quella che io definisco  “la strampalata arte del riciclo creativo” che per me è diventata una vera e propria passione. Da quel momento il desiderio di dare nuova vita agli oggetti in disuso si è letteralmente impadronita di me. Tratto quasi esclusivamente oggetti in legno, che siano manufatti antichi come finestre, porte, aratri, botti ecc. o semplicemente schegge di legno preferibilmente di castagno selvatico, o come si dice da noi,  di “bropa”. A questi pezzi di legno poi abbino quello che la mia fantasia mi suggerisce al fine di  trasformarli in complementi d’arredo, a volte utili, a volte totalmente inutili, ma sempre belli a vedersi.

Monte Agri Bio

L’azienda agricola Monte Agri Bio nasce nel 2016 grazie a Silvio che a 24 anni decide di trasferirsi in montagna, a 650 m di altitudine all’inverso di Bussoleno.
Qui inizia a recuperare terreni agricoli abbandonati ed un rustico che col tempo si trasforma, da una vecchia baita con fienile, in un laboratorio di trasformazione con punto vendita e nella sua abitazione. Con l’agricoltura biologica Monte Agri Bio coltiva ortaggi, piccoli frutti, marroni, piante officinali e trasforma la frutta prevalentemente in confetture e liquori.

Erbe Alpine

Il progetto “Erbe Alpine” è un progetto di ricerca indipendente che si sostiene attraverso la vendita, a prezzi equi, di prodotti naturali composti da materie prime coltivate da noi o raccolte in montagna, rispettando i criteri che ne assicurano la ricrescita in luoghi incontaminati.
Tutti i passaggi di trasformazione delle erbe sono eseguiti nel nostro laboratorio e le materie prime che non produciamo, le acquistiamo da coltivatori diretti di biologico o da case che non utilizzano solventi o prodotti di sintesi chimici.
Ogni prodotto è stato pensato per la cura del corpo e della salute, non in una logica di consumismo sfrenato volto ad un uso smisurato e inconsapevole di cosmetici e prodotti curativi, ma piuttosto in un’ottica di ascolto dei bisogni e dei segnali che il nostro corpo ci manda, aiutandolo a difendersi da agenti esterni naturali come il sole, il vento, il freddo e da quelli nocivi come l’inquinamento atmosferico.
Ogni prodotto è il frutto di un attento studio. Siamo naturopate ed erboriste e questo progetto ci permette di applicare le conoscenze acquisite in anni di studio e di esperienza professionale. Preparare i prodotti che presentiamo ci permette di rinnovare quotidianamente le nostre conoscenze e di instaurare un rapporto collaborativo e rispettoso con il territorio in cui viviamo.

Dragonfly Crafts & 42 Creations

Dalla passione per i tessuti nasce Dragonfly Crafts, zaini e accessori fatti a mano, che in collaborazione con 42 Creations – creatori di Midori ed accessori unici interamente realizzati e cuciti a mano, con materiali recuperati e riciclati di alta qualità, porta quel tocco di creatività ed originalità che danno colore ad ogni giornata.

Bar H

Ci presentiamo, siamo il Bar H caffetteria cocktail- bar di Condove. Ci troverete, in occasione del Critical Beer 2019, a sfornare cocktails a base birra, dove sia la suddetta birra che gli alcolici saranno di origine artigianale, ricordiamo inoltre che tutti i cocktails verranno serviti nei bicchieri riciclabili forniti dagli organizzatori della manifestazione, per due giornate di divertimento ma all’insegna dell’ecologia.
Vi aspettiamo numerosissimi al nostro stand!

Feel Better

Feel Better è un’organizzazione che realizza eventi musicali da 5 anni a questa parte in tutto il comprensorio valsusino, è composto da un gruppo di amici, tutti facenti parte del territorio che hanno in comune la grande passione per la musica elettronica. All’interno della crew ci sono diversi elementi che ricoprono molti ruoli tra i quali: djs, grafici, fotografi, video maker, visual merchandaiser, social manager, pubbliche relazioni ecc..
L’obiettivo è quello di valorizzare il territorio ed offrire un’alternativa alla movida e al mondo del clubbing Torinese. Attraverso le nostre feste diamo la possibilità ai giovani di divertirsi e scoprire nuove location, con varie tipologie di eventi.
La tematica legata alla salvaguardia dell’ambiente e all’utilizzo errato della plastica dev’essere trattata con estrema importanza, proprio per questo Feel Better è felice di aderire e offrire il suo contributo per questa iniziativa. Dopo le numerose feste svolte, il nostro staff continua ad evidenziare sempre più l’incessante dispersione nell’ambiente della plastica (bicchieri-cannucce) ed un grosso accumulo di sacchetti contenenti plastica utilizzati per una sola volta.
Proprio per questo siamo disposti a rivoluzionare il nostro settore che fa uso di grandi quantità di plastica, e di dar il buon esempio a tutte le varie organizzazioni operanti oggi e nel futuro per un mondo migliore.

MA Ceramiche

Sono Marzia di MA Ceramiche e vivo in una piccolissima borgata di Chianocco, circondata dalla natura. Proprio la natura  spesso ha fatto nascere in me passioni: l’apicoltura, la raccolta e trasformazione di erbe aromatiche, l’autoproduzione di cosmetici… Poi è arrivata l’argilla che mi ha fatto tornare bambina e sentire a casa. Ho fatto un corso base di ceramica a Torino, un’esperienza con il Gres e un’altra di cottura Raku. Da circa un anno frequento il laboratorio di Bruno Carraro dove creo, dipingo a mano e cuocio.
Quando si é a contatto con la terra tutto svanisce e ci si riconnette a una parte profonda di sé. La continua ricerca di forme e decori, le attese durante la lavorazione e l’imprevedibilità del risultato ci fanno riappropriare di tempi e sensazioni ormai perdute.

Associazione La Credenza

L’associazione culturale La Credenza è un centro di promozione sociale autonomo e autogestito. Associazione antifascista, antirazzista, schierata e partigiana, La Credenza vuole essere, per il territorio della Valle di Susa, un punto di aggregazione per la produzione e la promozione di attività e momenti culturali, informativi e ricreativi capaci di parlare il linguaggio della difesa dei più deboli e disagiati, dei diritti inalienabili dell’uomo,  della pace e dell’uguaglianza e del rispetto dell’uomo, dell’ambiente e della natura. L’associazione la credenza sa sempre da che parte stare… sempre dalla stessa parte.
Infine, La Credenza organizza la manifestazione Critical Wine – No Tav Terra è Libertà a Bussoleno.

Lizard

Il brand LIZARD dell’Azienda Agricola Giuseppe Lizzari produce e commercializza le infiorescenze di Canapa Sativa Italiana legale seguendo le prescrizioni del Decreto Legislativo 242/16, che permette la produzione e la commercializzazione di prodotti derivanti da piante di canapa S.L. cartellinate europee.
Dal territorio montano sito in Piemonte, vicino al monte Rocciamelone provengono le infiorescenze che godono di un particolare microclima presente nella zona nota come “il balcone della Val di Susa”. Questo fa si che le piante sviluppino al meglio le proprietà dei loro terpeni e delle loro qualità organolettiche.
La coltivazione in Green-house (serra) viene fatta seguendo metodi di agricoltura biologici, senza l’uso di pesticidi o prodotti chimici, rispettando la natura della pianta senza forzarla con metodi artificiali.
Due infiorescenze di cbd sono state selezionate per il commercio: Luna Bang e Gorilla Lilla. Le diverse percentuali di cbd dipendono dall’uso finale: il cbd viene utilizzato per alleviare i sintomi del morbo di Parkinson, crisi epilettiche, psioriasi e malattie della pelle. E’ inoltre rilassante.
Infine, si commercializzano anche oli di cbd al 10% o al 40% e oli essenziali di Lavanda Angustifolia.

Il Brusafer

Il Brusafer coltiva con metodo biologico piante officinale ed aromatiche in montagna. A mano, su piccoli appezzamenti terrazzati, nel pieno rispetto dell’ambiente e della salute. Distillano e trasformano le loro erbe e fiori con passione e attenzione per ottenere il massimo dei principi attivi. Promuovono inoltre la conoscenza del territorio, delle piante e degli animali che lo abitano attraverso l’esperienza diretta.

Cuore di Henna

Cuore di Henna propone tatuaggi all’henne e Jagua, di produzione artigianale: i tatuaggi possono essere sia tradizionali che moderni.

Amaro Partigiano

Archivi della Resistenza di Fosdinovo (MS) e RI-MAFLOW di Trezzano sul Naviglio (MI) si incontrano per realizzare “Amaro Partigiano”, un progetto sociale di autoproduzione e di creazione di lavoro etico. Grazie a una campagna crowdfunding abbiamo raccolto i fondi per produrre la prima tiratura ufficiale di bottiglie dell’amaro e per costruire un liquorificio sociale.
Il liquorificio servirà a creare posti di lavoro all’interno della fabbrica abbandonata dal padrone e recuperata in forma autogestita dai suoi lavoratori e dalle sue lavoratrici. E questa struttura sarà sempre sociale, ovvero la sua funzione sarà anche quella di promuovere la sovranità alimentare: permettere alle realtà militanti di appoggiarsi in futuro al laboratorio per produrre i propri liquori e destinare il ricavato per il sostegno e l’autofinanziamento alle lotte e alle reti conflittuali nel quadro della costruzione di alternative al sistema di produzione corrente.
Amaro Partigiano nasce come progetto no profit e anche in futuro tutto il ricavato delle vendite servirà a sostenere il progetto della fabbrica recuperata e le attività di Archivi della Resistenza, come il festival della Resistenza “Fino al cuore della rivolta”  e il Museo Audiovisivo della Resistenza di Fosdinovo

Altecime Canapa D’Oc

ALTECIME CANAPA D’OC: siamo dei coltivatori della Val di Susa. Fin da ragazzi abbiamo coltivato con passione la terra dove siamo nati. Questo è il nostro mestiere: far crescere in alta montagna un raccolto di altissima qualità.
Siamo Occitani: qui la canapa si coltivava già prima che passasse il treno e l’automobile. Ecco perché la nostra canapa è “CANAPA d’OC”: D’OC vuol dire, nella lingua antica, proveniente dall’Occitania, cioè dalle terre dell’arco alpino dove è nata la Lingua d’Oc, che ancora oggi si parla tra queste montagne.
La nostra canapa si chiama ALTECIME, perché nasce in alta quota, oltre i 1000 metri di altitudine in Alta Val Susa. Qui ci prendiamo cura delle nostre piante per ottenere il meglio del fiore. Lasciamo fare tutto alla montagna, noi ci mettiamo il lavoro, la cura e la passione: coltiviamo la canapa in modo totalmente naturale, perché non vogliamo raccogliere tutto, e neanche tanto, ma il meglio. Ci piace la sfida di coltivare rispettando la montagna: le terre della Val Susa ci ripagano con un raccolto straordinario, ricco di fiori bellissimi e profumatissimi. I notevoli sbalzi termici fanno si che i terpeni ed i profumi si esprimano al massimo.
L’ ecosotenibilità guida le nostre scelte: partiamo dal recupero dei terreni montani incolti e li riportiamo in vita. La coltivazione riporta il territorio in positivo, migliora la qualità dell’aria grazie all’assorbimento dell’anidride carbonica da parte delle piante e riduce il rischio di dissesto idrogeologico. Inoltre la canapa fa bene anche al terreno, perché rilascia sostanze organiche che migliorano la qualità del terreno.
Per completare questo percorso virtuoso, noi ci impegniamo a coltivare secondo le direttive del metodo naturale e biologico, applicando la rotazione delle colture e evitando l’uso dei fertilizzanti chimici. Crediamo che l’uomo e la montagna possono fare tutto da soli.
La nostra CANAPA D’OC è il fiore di questa nostra profonda convinzione.
Le nostre selezioni sono coltivate outdoor in alta montagna con tecnica californiana, potate e cimate nel rispetto delle fasi di sviluppo naturale. La canapa  è coltivata in modo totalmente naturale: senza utilizzo di concimi chimici e sostanze di sintesi. Le cime sono dense e compatte. E’ 100% naturale, senza semi, trimmata e pulita a mano, conciata in alta quota in  ambiente con umidità e temperatura controllate.

Idromele dei Taurini

E’ in Piemonte, nello splendido scenario della Valle di Susa, vicino a Torino ed alla Sacra di San Michele, che nel 2001 nasce l’ Idromele dei Taurini.
E’ un prodotto made in Valle di Susa, poiché, oltre che essere fisicamente prodotto in questa valle, le materie prime di cui è fatto, acqua purissima e miele, sono prevalentemente locali.
L’idromele ha tracciato un solco profondo nella storia dell’uomo: è la più antica bevanda alcolica. Egizi, Celti, Greci, Romani, Germani e Vichinghi ne fecero uso, sia come apprezzata e raffinata bevanda del simposio dei principi, che durante le cerimonie sacre, tanto da essere definita, “bevanda degli Dei”.
L’ Idromele dei Taurini è dedicato all’antica tribù dei Taurini, popolazione celtica che fondò il primo nucleo di Torino.
La storia dell’ idromele è profondamente intrecciata col rito del matrimonio, sia esso parte della liturgia religiosa tradizionale, piuttosto che del rituale pagano. In passato in occasione dei matrimoni, nel mese lunare successivo alla cerimonia, l’idromele veniva consumato dagli sposi nella convinzione che potesse aiutare la coppia alla procreazione di eredi maschi. Per questo motivo ancora oggi si usa definire il primo periodo dopo il matrimonio “Luna di miele”.
Infine l’idromele nasce dalla mia passione per la storia ed il buon cibo, dall’amore per il mio lavoro, e dalla attenta selezione delle materie prime, per offrirvi un prodotto di alta qualità.
Preparo l’ idromele sciogliendo mieli di varietà diverse in acqua, al fine di ottenere un mosto, che, addizionato di lieviti enologici, metto a fermentare in tini di acciaio inox, o in botti di legno di rovere o acacia.
La mia attenzione è rivolta alla produzione nel rispetto dell’ambiente, nell’utilizzo di mieli pregiati, per lo più a km 0, prodotti all’interno della mia azienda agricola con il lavoro delle mie infaticabili collaboratrici, le api.

Ribelli Valsusa

Ribelli Valsusa, banchetto il cui nome simboleggia lo spirito di tutto un popolo in lotta per la propria terra e non solo.

Vedere Senza Sforzo

Sono Silvia Bodda, sono nata e cresciuta a Torino, dove ho contribuito alla diffusione dei Gruppi di Acquisto Solidale. Nel 2006, visto che praticare la decrescita stando ancora nella metropoli non mi era sufficiente, dopo avere frequentato alcuni ecovillaggi negli anni precedenti e dopo avere conosciuto la Valle di Susa ed il movimento No Tav,  mi sono licenziata dalla banca in cui lavoravo per fare il lavoro di operatrice olistica, e ho lasciato la metropoli per venire a stare in una frazione della Valle di Susa, dove coltivo con poco successo un orto sinergico, raccolgo con molto successo alcune piante spontanee ed i fiori di Bach che utilizzo per me e regalo agli amici, e cerco di portare avanti il più possibile pratiche di decrescita e di autoproduzione. Tra le tecniche olistiche che utilizzo nel mio lavoro di operatrice olistica ci sono: la Floriterapia secondo Bach, una tecnica kinesiologica per trasformare le credenze limitanti, le Costellazioni Familiari, il metodo Bates per vedere senza sforzo e possibilmente senza occhiali, i massaggi Bars, la Cromopuntura. Se non hai capito quasi nulla dopo avere letto i nomi di queste tecniche, l’unica cosa importante da sapere è che possono contribuire in modo naturale al tuo benessere, e l’unica cosa da fare è passare al mio banchetto per delle dimostrazioni gratuite!

Associazione Lisangà

L’Associazione Lisangà culture in movimento sarà presente al Critical Beer in particolare con vestiti e libri da rimettere in circolo, nell’ottica del riuso e della diminuzione dei rifiuti. Ciascuno di noi può contribuire ad un mondo migliore. Lisangà esporrà anche materiale informativo e piccoli oggetti artigianali legati al progetto di solidarietà con il villaggio rurale autogestito di San Francisco Echeverria, in El Salvador, progetto che porta avanti ormai da vent’anni.

Comitato No Tav Susa-Mompantero

Il Comitato Susa-Mompantero nasce nel gennaio del 2006, dopo le violenze del 5 dicembre 2005 a Venaus da parte delle forze dell’ordine e la grande manifestazione che l’8 dicembre permise ai cittadini di riprendere possesso del proprio territorio. Il gruppo iniziale, fatto di persone residenti sia a Susa che a Mompantero (di qui il nome) nel tempo si é via via modificato. Alcune persone hanno intrapreso nuovi percorsi, altre sono entrate a far parte del Comitato. Intatto é rimasto l’obiettivo: fornire un’informazione puntale e corretta ai cittadini per quanto riguarda la questione TAV – e non solo – e presidiare il territorio. Da sempre il Comitato gestisce un banchetto gadgets il cui ricavato vendite viene regolarmente consegnato alla Cassa di Resistenza del Movimento No TAV o alla cassa di altre iniziative, come il Festival Alta Felicità.

Trame Impreviste

Trame Impreviste nasce dalla volontà di rivalutare e ravvivare l’esperienza artigianale e artistica tradizionale. La lavorazione dei materiali tessili, oggetto della nostra ricerca, ci appassiona, ci incuriosisce e ci diverte.
Filare, tessere, intrecciare, infeltrire sono le attività che sperimentiamo nel nostro laboratorio.